Polizza assicurativa quadri

      Nessun commento su Polizza assicurativa quadri

Una polizza assicurativa per i quadri e i dirigenti è, senza dubbio, un utile strumento di prevenzione. Esistono diversi prodotti presenti sul mercato, ed analizzarne uno ci aiuterà a meglio comprendere se si tratta davvero di un prodotto che possa fare al caso nostro.
Arag Assicurazioni è tra le compagnie che propone questa polizza assicurativa, così da tutelare quadri e dirigenti nell’esercizio delle proprie funzioni.
L’assicurazione serve a coprire onorari, spese e competenze del legale che viene scelto liberamente dall’utente, oltre a coprire anche tutte le spese processuali, gli onorari dei periti e le eventuali spese di soccombenza.
Le garanzie dell’assicurazione operano in diversi settori, nello specifico quelli facenti riferimento al lavoro dipendente e alla circolazione stradale.
Gli eventi per i quali si riceverà tutela sono tutti quelli connessi con l’esercizio stesso dell’attività lavorativa.
Si avrà diritto, quindi, alla difesa penale per i delitti colposi o per eventuali contravvenzioni, a patto che si tratti di circostanze avvenute durante l’esercizio della propria attività lavorativa.
Si potrà ottenere il recupero economico per i danni a persone e a cose subiti a causa di illeciti durante lo svolgimento della propria attività lavorativa e si avrà il rimborso delle spese di resistenza per le pretese risarcitorie di terzi.
Le tutele pensate per il settore circolazione stradale, invece, prevedono la difesa penale per i delitti colposi e le contravvenzioni elevate in seguito ad un incidente su strada e il recupero dei danni subiti o causati. Nel caso in cui avvenga un sinistro tra veicoli, la polizza si attiverà con la procedura del risarcimento diretto in prima battuta. Questo tipo di polizza assicurativa è, di solito, estesa a tutto il bacino del Mediterraneo e i Paesi facenti parte dell’Europa.
Il massimale previsto è di 11 mila euro per ciascun caso assicurativo senza che vi sia alcun tipo di limite annuale. Si potrà comunque ampliare il massimale scegliendo fra una nuova soglia di 20 mila euro per caso assicurativo o anche di 30 mila euro.
Per poter contrarre questa assicurazione si dovrà possedere la qualifica di quadro o di dirigente.
Anche Assidir propone una polizza assicurativa molto simile, a carico del datore di lavoro e a vantaggio del proprio dipendente, così come previsto dall’art. 18 comma 7/a/b/c del CCNL.
Le imprese possono comunque scegliere qualunque tipo di compagnia per sottoscrivere la polizza assicurativa preferita ma dovranno comunque optare per un prodotto che si muova nel solco dell’articolo 18 e che copra tutte le eventualità previste dalla normativa.
La polizza assicurativa di Assidir è valida, ad esempio, per tutti gli infortuni professionali e anche extra professionali, oltre a tutelare i lavoratori nel caso di morte e di invalidità permanente. Il capitale assicurato è un multiplo di cinque o di sei della retribuzione percepita dal singolo dirigente o quadro.
Nessuna franchigia è prevista fino a € 2.000.000. I tassi risultano essere molto competitivi e sono possibili delle estensione speciali.
Il contraente sarà sempre l’azienda mentre i beneficiari possono essere scelti da parte dell’assicurato, anche non in linea con le norme sull’eredità o sulla successione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *