Polizza assicurativa gravidanza

      Nessun commento su Polizza assicurativa gravidanza

Anche nel nostro Paese si sta assistendo ad una certa crescita per quanto riguarda la richiesta di coperture assicurative sanitarie, complice una sempre più incerta situazione diffusa nelle strutture ospedaliere italiane.
Ecco, quindi, che l’assicurazione sanitaria sembra diventare un prodotto non più di lusso ma per tutti, per riuscire a colmare le falle del sistema che non sembra offrire la sicurezza e la protezione sufficienti.
Ma, se a stipulare la polizza assicurativa è una donna, allora bisogna porre attenzione ad un maggior numero di aspetti, in modo da poter ottenere il massimo della copertura al miglior prezzo.
Non tutte le polizze assicurative sanitarie, infatti, coprono le spese per la gravidanza e per il parto, mentre è decisamente utile avere delle agevolazioni per quanto riguarda la maternità.
Saracheckup, ad esempio, offre una soluzione specifica all’interno del pacchetto salute proposto da Sara Assicurazioni.
Saracheckup è un’assicurazione medica adatta a diversi tipi di bisogno, sia quelli più propriamente riguardanti i nuclei familiari, sia quelli che coinvolgono i singoli.
L’indennità è prevista anche nel caso in cui si debba portare un gesso o si abbia la necessità di un periodo di degenza o di convalescenza.
Per quanto riguarda la gravidanza e il parto, sono comprese nella polizza assicurativa le spese per il ricovero per il parto naturale e per il cesareo, oltre ai costi per l’eventuale permanenza nella baby room o in incubatrice.
Inoltre, sono inclusi i costi sostenuti per 3 visite specialistiche e per 3 ecografie nei 120 giorni antecedenti il parto, oltre ad ulteriori ecografie e visite specialistiche per i 120 giorni successivi al parto.
Garanzie aggiuntive, poi, possono essere acquistate a parte, a seconda del tipo di copertura che si intende ottenere per sé e per la propria famiglia.
Per esempio, se si è genitori single, sarà molto interessante poter usufruire della formula babysitter, con la quale si ottiene il rimborso per una baby sitter, appunto, nel caso in cui l’assicurato sia costretto al ricovero.
Sara Assicurazioni, comunque, non è l’unica polizza di questo tipo presente sul mercato.
Anche Toro Assicurazioni ha un prodotto pensato per chi ha necessità di poter contare su una copertura assicurativa specifica per la gravidanza.
Ad esempio, sono rimborsate le spese nel caso in cui si debba procedere al ricovero per complicazioni in seguito ad interruzione di gravidanza volontaria, oltre ad una serie di indennizzi per i neonati fino a sei mesi e per quelli adottati, anche se non ancora assicurati.
Ad ogni modo, quale che sia la scelta che si vuole effettuare, bisogna tenere a mente che nella maggior parte dei casi le compagnie assicurative chiedono un periodo di attesa prima che tutte le coperture possano essere effettivamente valide.
Questo per evitare che si sottoscriva una polizza assicurativa già sapendo, per esempio, di essere incinta o di avere altre condizioni patologiche.
Dal momento che le compagnie non richiedono una visita medica precedente alla sottoscrizione, non è inusuale veder scritte, nel contratto, clausole come quelle indicate in precedenza: leggere con attenzione e fare i propri calcoli economici sono sempre due ottimi consigli da tenere a mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *