Come funzionano le polizze collettive

      1 commento su Come funzionano le polizze collettive

Le polizze collettive sono delle specifiche polizze che vengono stipulate da un contraente unico in nome e a favore di un gruppo che condivide gli stessi interessi. I beneficiari possono essere lavoratori di una stessa azienda o dei professionisti autonomi iscritti ad un’associazione di categoria: infatti, si parla di polizze collettive nel caso in cui sia il datore di lavoro a stipularle per i propri dipendenti come nel caso in cui lo faccia il presidente di categoria per i propri iscritti.

Di solito, ad ogni modo, le assicurazioni collettive sono studiate per le aziende e per i bisogni dei lavoratori, tant’è che impiegano i fondi destinati al TFR per alimentare il fondo assicurativo.

L’esborso, da parte dell’impresa, è dunque limitato poiché si fa ricorso al TFR spettante ai lavoratori che possono però beneficiare della rivalutazione del capitale conseguente.

I dipendenti avranno accesso in qualunque momento alla propria quota di TFR, così come resta nelle loro possibilità il diritto di chiedere la liquidazione parziale delle somme maturate, visto che le compagnie assicurative non potrebbero andare contro la legge, la quale esplicitamente prevede tale eventualità.

Le imprese, inoltre, possono essere sollevate, in questo modo, da qualunque onere di gestione amministrativa che è appannaggio esclusivo della società assicurativa coinvolta.

One thought on “Come funzionano le polizze collettive

  1. maria scumaci

    pratica di finanziamento estinta anticipatamente nel luglio 2007.
    Richiesta non assolta del premio assicurativa non goduta vita e rischio perdita impiego.
    Un’assicurazione mi rimborsa, l’altra no eccependo la motivazione della prescrizione delle poizze prima de lDecreto Monti del 2012.
    Come devo impostare il ricorso all’A rbitro Bancario Finanziario?
    Grazie.
    Maria Scumaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *