Polizza assicurativa all risk

      Nessun commento su Polizza assicurativa all risk

La polizza assicurativa all risk è un tipo di assicurazione piuttosto innovativo, grazie al quale si intende rivoluzionare il concetto stesso di polizza, visto il modus operandi di questo speciale prodotto.
Infatti, tradizionalmente le compagnie assicurative creano i propri contratti partendo dai danni e dagli eventi che verranno coperti, mentre per le polizze all risk il procedimento è sostanzialmente inverso.
Ciò significa che le polizze all risk prevedono un elenco, inserito nei termini contrattuali, di tutte le esclusioni, includendo negli indennizzi tutto quello che non è esplicitamente messo nero su bianco. È chiaro che, così facendo, la copertura proposta è incredibilmente più ampia e, pertanto, è definibile quasi come omni comprensiva.
In aggiunta a ciò, tutte le eventualità che non fossero indennizzabili da parte di una all risk possono essere comunque coperte tramite un’assicurazione ulteriore, in modo tale da non ritrovarsi scoperti, quali che siano le nostre esigenze, soprattutto se si tratta di polizze business.
Vediamo insieme, quindi, quali sono i danni tipicamente coperti da parte di una all risk. In genere, va detto che sono inseriti tra i danni rimborsabili tutti quelli che dovessero interessare i beni mobili o immobili ai quali si riferisce il contratto, oltre ad eventuali danni da interruzione di attività. Tra le esclusioni alle quali prestare maggiore attenzione vi sono quelle derivanti da cause politiche, come sommosse o guerre, e naturali, come alluvioni e terremoti.
Il mercato delle polizze all risk comincia ad essere piuttosto importante e molte sono le compagnie che propongono le proprie soluzioni, tipicamente orientate ad un’utenza d’affari.
Esistono anche dei prodotti all risk che, però, sono pensati per rispondere alle particolari esigenze di uno specifico settore. Per questo motivo, troviamo le all risk dedicate agli infortuni, quelle per specifiche professioni, quelle per le proprietà immobiliari, senza contare quelle per le collezioni d’arte, gli impianti fotovoltaici e i lavori edili.
A volte, risulta difficile avere una chiara panoramica di quello che è realmente possibile sottoscrivere con una compagnia assicurativa, per cui, prima di tutto, si dovrà avere la piena consapevolezza di quelle che sono le proprie esigenze, senza dover necessariamente accettare dei pacchetti troppo onerosi per le proprie tasche e anche sovradimensionati.
Ricordiamo, ancora, che i contratti tra polizze tradizionali e all risk sono differenti e, pertanto, vanno letti sempre con estrema attenzione.
Le polizze assicurative classiche sono dette a rischio definito o a rischio nominato, proprio per la pratica secondo la quale si viene protetti, in sostanza, proprio per le eventualità elencate nel foglio informativo, esattamente all’opposto di quello che accade con le assicurazioni all risk.
In effetti, dal punto di vista del contraente, bisognerà ammettere che è maggiore la chiarezza e la trasparenza di una polizza assicurativa all risk rispetto ad una tradizionale, quanto meno perché si conosce, sempre e in modo assolutamente preciso, quelli che sono i propri diritti in fatto di rimborsi.
Tra le esclusioni più importanti, possiamo ricordare quelle relative a danni causati da azioni dolose, infedeltà dei dipendenti, difetti di produzione, revisione e smontaggio dei macchinari o loro trasformazione.

Polizza assicurativa all risk
La polizza assicurativa all risk è un tipo di assicurazione piuttosto innovativo, grazie al quale si intende rivoluzionare il concetto stesso di polizza, visto il modus operandi di questo speciale prodotto.
Infatti, tradizionalmente le compagnie assicurative creano i propri contratti partendo dai danni e dagli eventi che verranno coperti, mentre per le polizze all risk il procedimento è sostanzialmente inverso.
Ciò significa che le polizze all risk prevedono un elenco, inserito nei termini contrattuali, di tutte le esclusioni, includendo negli indennizzi tutto quello che non è esplicitamente messo nero su bianco. È chiaro che, così facendo, la copertura proposta è incredibilmente più ampia e, pertanto, è definibile quasi come omni comprensiva.
In aggiunta a ciò, tutte le eventualità che non fossero indennizzabili da parte di una all risk possono essere comunque coperte tramite un'assicurazione ulteriore, in modo tale da non ritrovarsi scoperti, quali che siano le nostre esigenze, soprattutto se si tratta di polizze business.
Vediamo insieme, quindi, quali sono i danni tipicamente coperti da parte di una all risk. In genere, va detto che sono inseriti tra i danni rimborsabili tutti quelli che dovessero interessare i beni mobili o immobili ai quali si riferisce il contratto, oltre ad eventuali danni da interruzione di attività. Tra le esclusioni alle quali prestare maggiore attenzione vi sono quelle derivanti da cause politiche, come sommosse o guerre, e naturali, come alluvioni e terremoti.
Il mercato delle polizze all risk comincia ad essere piuttosto importante e molte sono le compagnie che propongono le proprie soluzioni, tipicamente orientate ad un'utenza d'affari.
Esistono anche dei prodotti all risk che, però, sono pensati per rispondere alle particolari esigenze di uno specifico settore. Per questo motivo, troviamo le all risk dedicate agli infortuni, quelle per specifiche professioni, quelle per le proprietà immobiliari, senza contare quelle per le collezioni d'arte, gli impianti fotovoltaici e i lavori edili.
A volte, risulta difficile avere una chiara panoramica di quello che è realmente possibile sottoscrivere con una compagnia assicurativa, per cui, prima di tutto, si dovrà avere la piena consapevolezza di quelle che sono le proprie esigenze, senza dover necessariamente accettare dei pacchetti troppo onerosi per le proprie tasche e anche sovradimensionati.
Ricordiamo, ancora, che i contratti tra polizze tradizionali e all risk sono differenti e, pertanto, vanno letti sempre con estrema attenzione.
Le polizze assicurative classiche sono dette a rischio definito o a rischio nominato, proprio per la pratica secondo la quale si viene protetti, in sostanza, proprio per le eventualità elencate nel foglio informativo, esattamente all'opposto di quello che accade con le assicurazioni all risk.
In effetti, dal punto di vista del contraente, bisognerà ammettere che è maggiore la chiarezza e la trasparenza di una polizza assicurativa all risk rispetto ad una tradizionale, quanto meno perché si conosce, sempre e in modo assolutamente preciso, quelli che sono i propri diritti in fatto di rimborsi.
Tra le esclusioni più importanti, possiamo ricordare quelle relative a danni causati da azioni dolose, infedeltà dei dipendenti, difetti di produzione, revisione e smontaggio dei macchinari o loro trasformazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *