Polizza assicurativa auto

      Nessun commento su Polizza assicurativa auto

Nel nostro Paese, ma in realtà anche nel resto d’Europa e in quasi tutto il mondo Occidentale, se si possiede e si guida un veicolo a motore, si dovrà anche avere un’adeguata copertura assicurativa, la cosiddetta rc, polizza di responsabilità civile. Con la polizza assicurativa auto si avrà, infatti, la certezza che, in caso di incidente stradale un soggetto terzo – la compagnia assicurativa – rimborsi i danni per conto del sottoscrivente che è così esonerato da tale spesa.
La polizza assicurativa auto è, dunque, il contratto attraverso il quale si può dimostrare l’avvenuta sottoscrizione dell’assicurazione e si può circolare su strada senza incorrere in pesanti sanzioni amministrative, previste per tutti coloro i quali ne fossero sprovvisti.
Nel contratto assicurativo, ad ogni modo, sono indicati nel dettaglio tutti i dati necessari all’identificazione del contraente oltre a riportare esattamente il tipo di veicolo, la targa, le eventuali franchigie e massimali, l’importo pagato per il premio e la durata del contratto assicurativo stesso.
Fondamentale, per essere in regola con la normativa, è avere attivato una polizza rc auto, ma è possibile anche integrare quest’ultima con una serie di ulteriori polizze assicurative rischi, in modo da poter coprire anche eventuali danni aggiuntivi causati da eventi come l’incendio o il furto e la rapina.
Esistono anche delle speciali convenzioni pensate per determinate categorie professionali, ma è vero che non è sempre così economico aderirvi e si deve valutare caso per caso se tale proposta è in linea con le proprie esigenze.
Per stipulare una polizza assicurativa auto ci si può rivolgere ad un ampio numero di agenzie e broker, anche se negli ultimi anni, a fare la parte del leone, sono stati senza alcun dubbio i canali diretti aperti da alcune compagnie assicurative che hanno deciso di operare utilizzando internet o il telefono, in modo da abbattere i costi di intermediazione. Si tratta di soluzioni flessibili e assolutamente sicure, soprattutto se si effettua un passaggio attraverso le pagine web dell’Isvap, in modo da verificare l’autorizzazione ad operare in Italia e l’iscrizione all’albo delle compagnie riconosciute, così da poter evitare ogni eventuale tentativo di truffa.
Le polizze assicurative durano, in genere, per una annualità ma possono essere di due tipi: quelle con tacito rinnovo e quelle non con tacito rinnovo. Generalmente, queste ultime sono quelle più vendute da parte delle compagnie dirette.
Le polizze con tacito rinnovo prevedono una polizza prorogata in modo automatico alla sua scadenza naturale e, nel caso in cui si intenda disdire il contratto, si dovrà dare ufficiale comunicazione alla compagnia assicurativa mediante lettera raccomandata andata e ritorno.
Senza tacito rinnovo, invece, la scadenza della polizza assicurativa auto è l’ultimo giorno come riportato da contratto, senza che vi sia alcuna notifica al cliente.
Se si sta per acquistare un’auto nuova, sarebbe meglio procedere prima dell’acquisto ad un controllo circa il tipo di assicurazione che ci si potrà permettere. In effetti, dati i costi molto elevati dei premi assicurativi nel nostro Paese, questa spesa deve essere valutata in un’ottica globale, ricordando che la stessa dovrà essere sostenuta ogni anno e non una tantum e che, quindi, può avere un gran peso sul budget familiare.

Polizza assicurativa auto
Nel nostro Paese, ma in realtà anche nel resto d'Europa e in quasi tutto il mondo Occidentale, se si possiede e si guida un veicolo a motore, si dovrà anche avere un'adeguata copertura assicurativa, la cosiddetta rc, polizza di responsabilità civile. Con la polizza assicurativa auto si avrà, infatti, la certezza che, in caso di incidente stradale un soggetto terzo – la compagnia assicurativa – rimborsi i danni per conto del sottoscrivente che è così esonerato da tale spesa. 
La polizza assicurativa auto è, dunque, il contratto attraverso il quale si può dimostrare l'avvenuta sottoscrizione dell'assicurazione e si può circolare su strada senza incorrere in pesanti sanzioni amministrative, previste per tutti coloro i quali ne fossero sprovvisti. 
Nel contratto assicurativo, ad ogni modo, sono indicati nel dettaglio tutti i dati necessari all'identificazione del contraente oltre a riportare esattamente il tipo di veicolo, la targa, le eventuali franchigie e massimali, l'importo pagato per il premio e la durata del contratto assicurativo stesso. 
Fondamentale, per essere in regola con la normativa, è avere attivato una polizza rc auto, ma è possibile anche integrare quest'ultima con una serie di ulteriori polizze assicurative rischi, in modo da poter coprire anche eventuali danni aggiuntivi causati da eventi come l'incendio o il furto e la rapina. 
Esistono anche delle speciali convenzioni pensate per determinate categorie professionali, ma è vero che non è sempre così economico aderirvi e si deve valutare caso per caso se tale proposta è in linea con le proprie esigenze. 
Per stipulare una polizza assicurativa auto ci si può rivolgere ad un ampio numero di agenzie e broker, anche se negli ultimi anni, a fare la parte del leone, sono stati senza alcun dubbio i canali diretti aperti da alcune compagnie assicurative che hanno deciso di operare utilizzando internet o il telefono, in modo da abbattere i costi di intermediazione. Si tratta di soluzioni flessibili e assolutamente sicure, soprattutto se si effettua un passaggio attraverso le pagine web dell'Isvap, in modo da verificare l'autorizzazione ad operare in Italia e l'iscrizione all'albo delle compagnie riconosciute, così da poter evitare ogni eventuale tentativo di truffa.
Le polizze assicurative durano, in genere, per una annualità ma possono essere di due tipi: quelle con tacito rinnovo e quelle non con tacito rinnovo. Generalmente, queste ultime sono quelle più vendute da parte delle compagnie dirette. 
Le polizze con tacito rinnovo prevedono una polizza prorogata in modo automatico alla sua scadenza naturale e, nel caso in cui si intenda disdire il contratto, si dovrà dare ufficiale comunicazione alla compagnia assicurativa mediante lettera raccomandata andata e ritorno. 
Senza tacito rinnovo, invece, la scadenza della polizza assicurativa auto è l'ultimo giorno come riportato da contratto, senza che vi sia alcuna notifica al cliente.
Se si sta per acquistare un'auto nuova, sarebbe meglio procedere prima dell'acquisto ad un controllo circa il tipo di assicurazione che ci si potrà permettere. In effetti, dati i costi molto elevati dei premi assicurativi nel nostro Paese, questa spesa deve essere valutata in un'ottica globale, ricordando che la stessa dovrà essere sostenuta ogni anno e non una tantum e che, quindi, può avere un gran peso sul budget familiare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *