Finti funerali? A pagare sono le assicurazioni!

Come incassare le assicurazioni sulla vita, senza che se ne possieda una? L’idea è venuta a due signore californiane che hanno ben pensato di far quadrare i conti di casa organizzando finti funerali, naturalmente per finti decessi.

Secondo ciò che risulta al Procuratore degli Stati Uniti del distretto della California, infatti, per ben tre anni le due intraprendenti donne avrebbero truffato moltissime compagnie assicurative e società alle quali chiedevano prestiti per dare un degno ultimo saluto al caro estinto.

Che non era estinto, seppure risultasse assai “caro”, soprattutto in termini economici: il giro d’affari delle signore avrebbe fruttato circa 750 mila dollari.

Come funzionava la truffa? In pratica, sembrerebbe che le due donne abbiamo comprato polizze vita intestate a prestanome fittizi, e che allo scadere delle stesse, abbiamo incassato i soldi del premio maturato, presentando dei falsi documenti di morte.

Il tutto, continuando nella messinscena ben oltre il semplice certificato tarocco, ma inscenando dei veri e propri funerali fasulli, con tanto di bare e riti di cremazione.

Naturalmente, non erano solo le due arzille signore a compiere il fantasioso piano, ma il tutto poteva aver luogo in modo credibile grazie alla complicità di una rete più estesa di persone, coinvolte a vario titolo nella messinscena.

Ora, le signore dei funerali rischiano una condanna esemplare, che potrebbe portarle in galera davvero fino alla fine dei loro giorni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *